Viterbo, investimento per due milioni SULL’ADSL veloce! Vitorchiano?

wpid-2014-10-31-08.55.35.png.pngViterbo – Il capoluogo fra le città dove Telecom porta la velocità a 100 megabitEntro il 2015 coperto il 75% delle case   dove Telecom porta la velocità a 100 megabit.  Andavo a 100 all’ora. A Viterbo arriva la versione tecnologicamente all’avanguardia del famoso brano di Gianni Morandi.
Non si parla di strade, ma di autostrade tecnologiche. Telecom Italia fa arrivare in città l’adsl ultra veloce. 30 megabit al secondo e fra qualche mese portata a cento.
Per un investimento nel capoluogo di due milioni di euro.
Arriva la fibra ottica che collega le centraline per arrivare a trenta, mentre i cento saranno raggiunti intervenendo sulla parte in rame che porta in casa la linea, attenuando i disturbi.
“Entro il 2015 – spiega Domenico Walter Pontecorvo, responsabile Lazio Telecom – la copertura coprirà il 75 per cento delle case nel capoluogo, una larga fetta del comune sarà fornito del servizio ultrabroadband, con la possibilità d’acquisire il servizio.
A oggi, abbiamo coperto trenta armadi rispetto ai 120 in città, mentre entro il prossimo anno si arriverà a 90, pari al 75 per cento delle unità immobiliari”.
Si è partiti dal centro città e progressivamente il servizio arriverà alle periferie. Dal 2016 le frazioni, ma dall’azienda assicurano che almeno la normale linea Adsl a sette mega, con il prossimo anno arriverà nelle zone ancora non coperte.
Alta velocità vuol dire migliorare i servizi alla cittadinanza, sensori, telerilevamento istantaneo della situazione ambientale, di trasporto, traffico, pubblica illuminazione, oltre a migliorare i servizi al turismo.
Con un obiettivo: ridurre il gap tecnologico che esiste in parte della popolazione.
Per chi vuole navigare ad alta velocità, c’è stata una promozione con un abbonamento a 29 euro mensili, terminata la quale si è passati a 44 euro.
La velocità di 100 megabit dipende dalla vicinanza alla centrale, come già accade per una normale adsl, ma da Telecom sostengono come in ogni caso il segnale in media non scenderà sotto i 70.
“Si tratta di cose fatte – osserva l’assessore Antonio Delli Iaconi – non proclami, investimenti già impegnato.
La rete che Telecom ha già realizzato tornerà di grande utilità nel settore della maggiore fornitura di servizi per lo sviluppo turistico, infomobilità, che il comune ha messo in campo”.
Alla conferenza in comune pure Fabio Ruggeri, responsabile rapporti enti locali Telecom e Michele Corcione, area commerciale centro.
Giuseppe Ferlicca

Proposta: Perché non trasformare Vitorchiano in città videosorvegliata 24 ore su 24?

wpid-3333.jpgMolti comuni hanno deciso di usare sistemi di videosorveglianza per GARANTIRE la sicurezza pubblica e la tutela del patrimonio comunale.
Visto la composizione di Vitorchiano, centro storico pallone paparano e sodarella questo sistema rappresenta un’azione efficace, anche come deterrente, contro atti vandalici (vedasi centro storico) e furti o tentativi (vedasi paparano e zone isolate).
Molti comuni, dopo l’istallazione di telecamere e cartelli posizionati sia in ogni ingresso del territorio sia all’interno dello stesso, collegate con la sala operativa della polizia locale, hanno registrato un NOTEVOLE CALO sia di atti vandalici sia di furti.
 wpid-videosorv.jpgLe telecamere naturalmente funzionano 24 ore su 24 GARANTENDO un indice di sicurezza elevato per TUTTI i cittadini.
Le immagini riprese dalle telecamere vengono usate solo per queste finalità:
• salvaguardia dell’incolumità e protezione degli individui, a garanzia di maggior sicurezza ai cittadini, attraverso  la prevenzione e repressione di atti delittuosi, attività  illecite ed episodi di microcriminalità commessi sul territorio comunale, in ambito di sicurezza urbana
• prevenzione e repressione di condotte lesive del decoro urbano
• controllo di  determinate aree, anche in relazione alla viabilità ed al monitoraggio del traffico
•  tutela del patrimonio comunale, immobili di proprietà o in gestione dell’Amministrazione comunale, allo scopo di prevenire eventuali atti di  vandalismo o danneggiamento
 presidio ad accessi di edifici pubblici e a specifici luoghi comunali.
wpid-videosorveglianza.jpgCON LA VOLONTA’ SÌ PUÒ FARE TUTTO. QUESTO È UN INVITO ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE NEL PRENDERE IN CONSIDERAZIONE QUESTA PROPOSTA VISTO TUTTI I SACRIFICI CHE FANNO I CITTADINI NEL PAGARE LE TASSE SEMPRE ALTE IN QUESTI MOMENTI DI CRISI.
Naturalmente per iniziare il progetto si possono utilizzare i 50.000 euro “avanzati” come emerso dal consiglio comunale o qualsiasi altra forma di finanziamento che si voglia con la prerogativa che la maggior parte delle famiglie (come da email arrivate) sono ben disposte ad una piccola tassazione mensile (invece di pagare ad esempio la vigilanza privata) per garantire la propria sicurezza.
Gradiremo una risposta dall’amministrazione.

Il domani ripaga sempre chi ha saputo attendere…le proprie soddisfazioni!

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 25 follower